Valori civici e visita in città per il gruppo Erasmus+ del comprensivo 1 Vasto

Il secondo giorno del progetto “Empathy for Understanding and Tolerance for Others’ Mistakes” per i ragazzi della Paolucci è volato via in un soffio passando anche per le vie più importanti della nostra città.

Per gli studenti ed i loro docenti la mattinata è iniziata a scuola con la realizzazione di flashcards sulle tematiche di tolleranza, empatia e valori civici, per poi continuare con le prove della rappresentazione teatrale che li vedrà protagonisti il prossimo venerdì sempre sugli stessi temi.

Dopo il pranzo a famiglie allargate il gruppo si è ritrovato sotto gli occhi vigili di Gabriele Rossetti e da lì gli studenti vastesi, preparati dal prof. Mauro Rosso, hanno vestito i panni di giovani ciceroni presentando i luoghi più importanti della nostra città tra cui: piazza Rossetti, la Cattedrale di San Giuseppe, la chiesa di Santa Maria Maggiore, il palazzo D’Avalos ed i mosaici delle terme romane, una delle perle che la nostra città nasconde al suo interno.

Nel bel mezzo del pomeriggio vastese il palazzo di città ha spalancato i suoi portoni alle delegazioni, nella sala consiliare il Sindaco Sig. Francesco Menna e l’Assessore alla cultura Sig. Nicola Della Gatta, hanno accolto il folto gruppo di visitatori esponendo le bellezze che Vasto ha da offrire e le sue più importanti tappe storiche.

Dopo la foto di rito il gruppo è tornato a godere l’incanto offerto dalla panoramica via adriatica, per poi dividersi in diversi direzioni per passare un’altra serata internazionale all’interno delle calorose famiglie ospitanti.

 

Anche oggi non possiamo non ringraziare i colleghi che hanno reso possibile questa giornata, il personale ATA, la D.S. Prof.ssa Eufrasia Fonzo e le famiglie. A questi ringraziamenti non possono non aggiungersi quelli speciali al Sindaco della Città del Vasto Sig. Francesco Menna, all’assessore alla cultura Sig. Nicola Della Gatta,  al consigliere comunale Sig. Alessandro La Verghetta ed al FAI di Vasto per aver aperto le sue porte a docenti e discenti.