Al momento stai visualizzando Alla Paolucci va in scena l’ultimo atto del progetto “Scuola Attiva Junior”

Alla Paolucci va in scena l’ultimo atto del progetto “Scuola Attiva Junior”

Era il lontano mese di febbraio quando gli alunni dell’IC1 Vasto avevano iniziato a conoscere i primi gesti fondamentali del tennistavolo per il progetto “Scuola Attiva Junior”, per poi proseguire per tutto il mese di marzo con le attività pomeridiane così da perfezionarsi ed appassionarsi ad una disciplina per molti nuova.

Nel mese di aprile c’era stato poi il passaggio di testimone con la pallamano, dove gli studenti avevano appreso i gesti e le regole di questo nuovo sport, spesso annoverato tra gli sport minori ma che niente ha da invidiare agli sport di massa come calcio, pallavolo e pallacanestro.

Questo progetto del Ministero Sport e Salute e del MIUR aveva come obiettivo principale quello di attirare i ragazzi verso la pratica sportiva anche di discipline meno conosciute e di favorire la pratica sportiva per tutti, trattandosi di un progetto totalmente gratuito per le famiglie ha permesso la partecipazione anche ai ragazzi provenienti da tutte quelle famiglie in difficoltà, i quali hanno così potuto vivere tre mesi di attività importanti per socializzare all’interno del comprensivo e per innamorarsi delle sane abitudini delle quali ogni sport è il miglior testimonial.

La giornata di oggi ha impegnato circa 10 classi ed è stata caratterizzata da tornei di pallamano e tennistavolo nei quali i giovani si sono fatti valere ed hanno mostrato quanto appreso durante questi mesi di pratica.

Questo per lo sport scolastico rappresenta sicuramente l’anno zero dopo la pandemia, finalmente si è tornati a fare attività motoria con piccoli e grandi attrezzi e si è tornati a competere anche sulle piste di atletica della nostra regione. “Scuola Attiva junior” ci ha dato poi la possibilità di riavvicinare tanti ragazzi alla pratica sportiva, giovani che con il COVID19 avevano abbandonato le varie attività pomeridiane per poi ritrovarsi completamente disabituati e quindi senza le giuste motivazioni per ricominciare a muoversi.

Un grande ringraziamento va ai due ministeri organizzatori, ai due tecnici incaricati Stefano Comparelli della F.I.T.E.T. e Carlos Mario Mungo F.I.G.H che con il loro tempo hanno permesso a tanti giovani di appassionarsi alle loro discipline, alla Dirigente Scolastica prof.ssa Sandra Di Gregorio, ai colleghi del dipartimento di Scienze Motorie e Sportive che hanno sempre organizzato le attività vegliando sui ragazzi durante la pratica mattutina e pomeridiana, al personale ATA ed ai ragazzi che come sempre hanno risposto con grande partecipazione ed entusiasmo.