Istituto Comprensivo Vasto 1

Alla Spataro si studia e si pedala con il progetto del Ciclo Club Vasto.  La bicicletta può migliorare il nostro mondo e la nostra vita

Alla Spataro si studia e si pedala con il progetto del Ciclo Club Vasto. La bicicletta può migliorare il nostro mondo e la nostra vita

Si è concluso oggi alla Scuola Primaria “G. Spataro” , con la presenza della preside prof.ssa Sandra Di Gregorio dell’I.C.1. Vasto, il presidente del Ciclo Club Vasto dr. Antonio Spadaccini, il Comandante Del Moro della polizia municipale, gli assessori Paola Cianci e Anna Bosco, il progetto di sensibilizzazione scolastica all’uso della bicicletta: una mobilità salutare e sostenibile.

Il progetto ha voluto sensibilizzare le classi quarte B e C e le quinte A, B, C, D della scuola primaria “G.Spataro” Ic1 Vasto all’uso consapevole della bicicletta. Ha avuto varie fasi: incontri formativi sia teorici che pratici sulla bicicletta con il dr. Antonio Spadaccini e alcuni tecnici del Ciclo Club Vasto. Dalla storia della bicicletta si è passati ad analizzare le varie parti, la terminologia e il funzionamento e le piccole manutenzioni. Poi c’è stato un incontro con il ten. Vincenzo Tana che ha spiegato i cartelli stradali e ha coinvolto gli alunni in una lezione pratica di educazione stradale con l’uso di bici nell’atrio della Scuola. Successivamente i ragazzi coinvolti dal progetto hanno realizzato dei disegni sul tema: “la bicicletta che può migliorare il nostro mondo e la nostra vita”.

Oggi la premiazione dei disegni vincitori con attestati, e premi. I disegni classificati a parità al quarto posto hanno vinto una borraccia: Mastrolacasa Claudia 5 A, Falasca Valentina 5 A, Muratore Mattia 5 A, Di Nardo Ethan 5 D, Marianacci Davide 5 C, Carriero Naomi 4 C, Pizzo Marta 4 B, Di Francesco Beatrice 4 B, Di Edoardo Erin 4 B, Di Polo Marco 5 A, Dascalu Adrian Mariam 5 B; al terzo posto guanti e borraccia: Pellilli Leonardo 5 C, De Dominicis Michael 4 C, Rignanese Matteo 4 C, al secondo posto un casco: Marrocco Francesco 4C e Olivieri Alessia 5 A, e al primo posto una bicicletta: Liberatoscioli Marta 5 A.

Questo progetto è stato molto interessante, i ragazzi hanno compreso l’importanza della bici nella vita quotidiana sia per incentivare la mobilità sostenibile che migliorare la propria salute.

 

Chiudi il menu